Visibilità

Aumentare la visibilità: content marketing e pubblicità

Aumentare la visibilità: content marketing e pubblicità 1280 960 AlbertoFalchi

Pubblicizzare i tuoi prodotti e i tuoi servizi è un modo altamente efficace per raggiungere velocemente i clienti potenzialmente interessati alla tua azienda. Ma esattamente, quali sono i vantaggi e le strategie per fare pubblicità su LinkedIn? E in che modo il content marketing può venirti in aiuto? In questo articolo vedremo come sfruttare al meglio le potenzialità offerte dalla piattaforma.

Innanzitutto, diciamo che il content marketing è una forma di pubblicità che si basa sui “contenuti”: non ha lo scopo di vendere direttamente il tuo prodotto, vuole invece creare una relazione di valore con il tuo pubblico, offrendogli appunto contenuti utili e interessanti. Non richiede per forza investimenti come le classiche campagne pubblicitarie: può avere un costo se vuoi usare dei canali a pagamento per la distribuzione, ma può benissimo essere fatto sfruttando gli strumenti gratuiti (pensa ai blog, alle piattaforme video come Youtube e ovviamente ai social).

La pubblicità, invece, ha lo scopo precipuo di promuovere il tuo prodotto o servizio in modo diretto e persuasivo, usando messaggi e formati che attirino l’attenzione del tuo pubblico senza per forza veicolare messaggi con un valore aggiunto. Le “video ricette” sono un ottimo esempio di content marketing: le aziende di prodotti alimentari insegnano ai clienti attuali e potenziali come cucinare piatti deliziosi promuovendo al tempo stesso i loro prodotti, usati come ingredienti. In questo modo, oltre a farsi pubblicità, generano un senso di fiducia con il loro pubblico target.

Primi passi nel content marketing

Per fare content marketing, devi seguire una strategia ben definita, che tenga conto di diversi elementi. Innanzitutto, devi avere ben chiaro qual è il tuoobiettivo, cioè cosa vuoi ottenere con il tuo content marketing. Stabilito l’obiettivo devi selezionare il tuo pubblico, cioè chi sono le persone a cui ti vuoi rivolgere, quali sono le loro caratteristiche, i loro bisogni, i loro problemi e i loro interessi. Ad esempio, se il tuo pubblico è composto da professionisti del settore finanziario, dovrai conoscere quali sono le loro aree di competenza, quali sono gli strumenti che usano per gestire le finanze e quali sono le difficoltà che incontrano nel rispettare le normative.

A questo punto puoi dedicare le tue forze creative alla scelta del contenuto, che deve rispondere alle esigenze, ai problemi e agli interessi del tuo target. Ad esempio, se volessi far conoscere il tuo brand di sviluppatore di software aziendale potresti quindi creare un ebook che spieghi in modo chiaro e semplice le nuove normative fiscali.

Infine, devi identificare le tue metriche, cioè gli indicatori che usi per monitorare e misurare i risultati del content marketing, in modo da valutare con precisione il successo. Ad esempio, se la tua metrica è il numero di visualizzazioni, dovrai controllare quanti utenti hanno visto il tuo contenuto, da quali fonti sono arrivati, quanto tempo hanno trascorso a guardarlo, quali azioni hanno compiuto dopo averlo visto. Se invece la tua metrica è il tasso di conversione, dovrai verificare quanti utenti hanno compiuto l’azione che desideravi, come acquistare il tuo prodotto o servizio, iscriversi alla tua newsletter o scaricare il tuo podcast.

Come fare content marketing e pubblicità su LinkedIn

Per fare content marketing su LinkedIn, puoi creare una pagina LinkedIn dedicala alla tua azienda, dove pubblicare per la tua audience e farti conoscere da più persone possibile. Che tu scelga articoli, video o altro, l’importante è che i tuoi contenuti rispondano alle esigenze, ai problemi e agli interessi del tuo target, e che siano in linea con il tuo obiettivo. Sul tuo profilo personale, inoltre, potresti anche abilitare la modalità “Creator”: questa modalità è stata pensata per supportare quei profili che creano contenuti di qualità e che vogliono sfruttare il social per posizionarsi come esperti nel loro settore. Attivando la modalità Creator, inoltre, avrai accesso a strumenti aggiuntivi e a funzionalità che ti aiuteranno sia a creare contenuti sia far crescere la tua base di follower sulla piattaforma. Indubbiamente LinkedIn è il posto ideale per fare pubblicità di qualità. Il contesto lavorativo che caratterizza la piattaforma, attira gli utenti con una mentalità “business-oriented”, quindi più disposti a prestare attenzione ai contenuti che li aiutano a crescere professionalmente o a scoprire nuove opportunità di carriera.

Gestione Campagne, la tua pagina di riferimento

Per quanto riguarda le campagne che hai intenzione di creare, sia come content marketing sia come pubblicità tradizionali, tramite la pagina “Gestione campagne” puoi creare e monitorare i dati di cui hai bisogno per tenere tutto sotto controllo.  Con Gestione Campagne, sarà sufficiente seguire i cinque passaggi qui sotto per iniziare la tua campagna su LinkedIn.

La prima cosa da fare è scegliere quali sono gli obiettivi che vuoi raggiungere: LinkedIn ti offre tre possibili alternative fra “notorietà”, “considerazione” e “conversioni”. “Notorietà” mira a far conoscere maggiormente il tuo brand: nel caso tu abbia iniziato da poco o qualora volessi aumentare la percezione della tua presenza sul mercato, questo è un buon punto di partenza. L’obiettivo “Considerazione”, invece, si propone di fare aumentare le visite al tuo sito web per accrescere il coinvolgimento complessivo e il numero di visualizzazioni dei tuoi video. “Conversione”, infine, come dice il nome stesso, ha lo scopo di generare conversioni dal tuo sito o far aumentare le candidature che hai aperto su LinkedIn per eventuali offerte di lavoro. In base al tipo di obiettivo che sceglierai, il resto della campagna sarà personalizzato automaticamente in baso a questo.

Scelto l’obiettivo potrai selezionare i criteri di targeting per raggiungere l’audience giusta. LinkedIn ti offre la possibilità di segmentare il tuo pubblico in base a criteri come il settore, la dimensione dell’azienda, il ruolo, le competenze, gli interessi, i gruppi e molti altri ancora. In questo modo puoi raggiungere le persone più rilevanti per il tuo business e personalizzare i messaggi in base al loro profilo.

Il passo successivo è il formato dell’annuncio: con Gestione Campagne puoi scegliere tra quattro tipi differenti: contenuti sponsorizzati, annunci formato messaggio, annunci dinamici e annunci di testo. I contenuti sponsorizzati sono annunci che mostrano immagini, video o documenti nel feed di LinkedIn, per attirare l’attenzione e generare engagement con la tua azienda. Gli annunci formato messaggio, invece, sono annunci personalizzati e interattivi che contattano direttamente gli utenti tramite messaggi, con lo scopo di iniziare una comunicazione che stimoli l’azione. Gli annunci dinamici sono pubblicità create in automatico, usando i dati del profilo degli utenti per aumentare l’interesse verso la tua azienda. Infine, gli annunci di testo sono pubblicità semplici ed economiche, mostrando un’immagine assieme a un testo breve nella barra laterale di LinkedIn.

Una volta scelto il formato devi impostare il budget e la durata della campagna, scegliendo tra le opzioni costo per clic (CPC), costo per impressione (CPM) o costo per spedizione (CPS). Il CPC è l’opzione che si paga solo quando qualcuno clicca sul tuo annuncio, il CPM è l’opzione che si paga per ogni mille visualizzazioni, e il CPS è l’opzione che si paga solo quando qualcuno riceve il tuo messaggio. Queste opzioni ti permettono di controllare il budget e ottimizzare il tuo ROI, il tuo ritorno sull’investimento. L’ultimo passo è monitorare e ottimizzare le campagne usando la piattaforma Gestione Campagne o integrandola con altri strumenti terzi di analisi che permettono di avere una visione più completa.

La pubblicità su LinkedIn è un’ottima opportunità per far crescere il tuo business, soprattutto se operi nel settore B2B e nel settore professionale in genere. Grazie a LinkedIn Puoi raggiungere una rete di professionisti qualificati, interessati e attivi, e offrire loro contenuti di valore che li coinvolgano e li portino all’azione. Ricorda che Per fare pubblicità su LinkedIn in modo efficace, devi seguire una strategia ben definita, basata sul tuo obiettivo, sul tuo pubblico e sul tuo contenuto per sfruttare al meglio le molteplici possibilità offerte dalla piattaforma.